contatore internet
Parrocchie di Fagare' e S. AndreaCasella di testo: 31048 - S. Biagio Calalta - Treviso

Corale Zaramella

Nel 2010 la corale “Attilio Zaramella” di Sant’Andrea di Barbarana e Fagarè della Battaglia, entrambe frazioni di San Biagio di Callalta, compie quarant’anni di attività. Per festeggiarli, sabato 24 luglio terrà un grande concerto per cori ed orchestra nella piazza centrale di Sant’Andrea, con inizio alle ore 20.45.  Fin dagli esordi, nel gennaio 1970, la corale è diretta dal maestro Antonio Panighel, anch’egli di Sant’Andrea. Un autentico “maestro di vita”, prima ancora che maestro di musica, come tengono a precisare i suoi coristi; non si è mai limitato, infatti, all’aspetto tecnico del ruolo di direttore, ma ha curato ogni rapporto interpersonale all’interno del coro.Maestro, come nacque il vostro sodalizio?Quattro furono i suoi “padrini di battesimo”: i medici condotti Camillo Vicino di Monastier ed Antonio Schiavon di San Biagio di Callalta, insieme ai parroci don Giuseppe Camerotto di Sant’Andrea e don Carlo Artuso di Fagarè. Una sera di novembre del ’69 mi convocarono per una cena e mi consegnarono una lista con un elenco di 40 coristi, uomini e donne, di Sant’Andrea e Fagarè, chiedendomi di dirigerli. Le prove iniziarono il gennaio successivo.Come mai l’intitolazione ad Attilio Zaramella?Si tratta di un musicista locale, cieco, che abitava a Monastier e lavorava come organista sia nella sua comunità d’origine che a Sant’Andrea di Barbarana. Era anche compositore. Morì ancora nel 1944, ma ci è sembrato doveroso ricordarlo.Cosa ricorda degli esordi?Nei primi anni ci dedicammo esclusivamente ad un repertorio religioso-liturgico. Facevamo anche 2-3 prove a settimana, alternate - una volta a Sant’Andrea, quella successiva a Fagarè - mentre io facevo il giro con il pulmino dell’asilo parrocchiale, per andare a prendere i coristi casa per casa. A partire dal 1974/75, ampliammo il nostro repertorio all’attività lirica.In questi anni avete svolto numerose tournée e concerti in giro per l’Italia e l’Europa...Esattamente. La prima tournée risale al dicembre 1985, quando ci recammo in Sicilia nella terra natìa di Salvatore Lo Stimolo, nostro presidente di coro negli anni Ottanta. Poi vennero molti appuntamenti all’estero, grazie soprattutto alla fattiva collaborazione con i Trevisani nel Mondo: siamo stati a Ginevra, Lugano, Zurigo, Tolosa, Austria, ma anche ad Assisi, Roma, Verona, Campania. Il nostro repertorio è ancora misto, liturgico e lirico, ma in alcune situazioni abbiamo realizzato intere opere liriche come “La Traviata” e “Il Trovatore””.Oltre a Lo Stimolo, oggi presidente onorario, chi sono stati i vostri presidenti?Il primo fu Rodolfo Caramel; poi dal 1988 al 1992 fu la volta di Tranquillo Donadi, e dal ’92 fino ai giorni nostri Olivo Bergamo.C’è qualche aneddoto che ricorda con affetto?Mi piace ricordare soprattutto i momenti di festa, magari con gli italiani all’estero che ci accoglievano gioiosi. E poi un ricordo va a tutti quelli che non ci sono più.Cosa è cambiato negli anni all’interno della vostra corale?Sicuramente le divise, specie quelle femminili, la cui foggia dei vestiti è cambiata nel tempo: dalle minigonne iniziali, all’abito lungo attuale. Poi è cambiato il contesto di riferimento, per cui oggi facciamo fatica a trovare ragazzi giovani disposti a cantare con noi, perché la musica è anche impegno. Infine, noto che sono cambiate le relazioni sociali: tutti hanno fretta, abbiamo molti impegni e vite più complicate. Per fare un esempio banale, concluse le prove, si va a casa, mentre una volta ci si fermava a lungo a chiacchierare, sempre, magari fuori della sede oppure al bar.Quanti sono i coristi?Siamo in tutto 52, uomini e donne, dai 20 ai 70 anni e più. Molti sono di Sant’Andrea e Fagarè, ma ci sono persone anche da Roncade, Silea, Monastier. In alcuni casi ci sono interi nuclei famigliari.La più grande soddisfazione di questi anni?Essere riuscito a tenere unita la corale per tanti anni, intervenendo in alcuni casi quasi come un capofamiglia. Ora spero che il gruppo non muoia con me, ma possa continuare a lungo.

· Parrocchia di Fagarè

· Parrocchia di S. Andrea

· Scuola Materna “Eroi del Piave”

· Scuola Materna “San Giuseppe”

· Catechismo

· Gruppo Chierichetti

· Oratorio “NOI Fagarè e S. Andrea”

· Azione Cattolica: ACR

· Campo Scuola

· GrEst

· Notiziario Parrocchiale

· Gruppo “Punto d’Incontro”

· Corale “Attilio Zaramella

· Scuola di San Biagio

· Gruppo “Movimento della Speranza”

· Comitato festeggiamenti di Fagarè

· Cooperatrici Pastorali Diocesane

· Gruppo Sportivo di S. Andrea

· Raccolta di foto

· Diocesi di Treviso

· Notizie storiche

· Associazione Alpini